Saturday, April 2, 2016

INIZIATIVE 2016

18 gennaio: incontro con le classi quinte della scuola primaria, Robreto Mezzenzana insieme a Giancarlo Restelli, LA CANZONE DEL BAMBINO NEL VENTO.

27 gennaio: Maria Pia Trevisan presenta LE FARFALLE DI EBENSEE alle classi terze della scuola secondaria, con Gianni Zuretti e Roberto Mezzenzana

28 gennaio: IL VIOLINO DEL LAGER, concerto multimediale di Maurizio Padoan, introduce Roberto Mezzenzana

29 gennaio: Giorno della Memoria a Villa Cortese, IN RICORDO DI ANGELO BERTANI, con Giancarlo Restelli, Stefano Pedretti, Roberto Mezzenzana, Diletta Vignati e Claudia Bossi

8 febbraio:  I CONFINI ORIENTALI con Giancarlo Restelli, Renata Pasquetto e Roberto Mezzenzana

4 marzo: DONNE GIUSTE con Alida Ardemagni, Roberto Curatolo e Roberto Mezzenzana, L'Italia delle donne,

19 marzo: Arturo Oldani, Roberto Mezzenzana, Giovanni Vignati, incontrano le classi quinte della scuola Primaria, DALLA RESISTENZA ALLA COSTITUZIONE

4 aprile: LAUDATO SI' con Paolo Petracca, Oreste Magni, Mario Agostinelli, Roberto Mezzenzana.
ACLI, ANPI, CARITAS

18 aprile: I CARNEFICI con Daniele Biacchessi e Roberto Mezzenzana

19 aprile: Arturo Oldani e Roberto Mezzenzana incontrano le cassi Terze della Scuola Primaria, LA LIBERAZIONE

25 Aprile CORTEO

11 maggio: POPOLI IN FUGA a San Giorgio su Legnano con Montalbetti

LAUDATO SI'
Lunedì 4 aprile 2016 le sezioni ANPI con ACLI e CARITAS patrocinati dalle Amministrazioni Comunali di Canegrate e San Giorgio su Legnano organizzano una serata di riflessione sulla LAUDATO SI’ di papa Francesco.
Con la partecipazione di:
  • Paolo Petracca (Acli)
  • Mario Agostinelli (Energia Felice)
    coordina: Oreste Magni (Ecoistituto della valle del Ticino)
  • introduce Roberto Mezzenzana (Presidente ANPI sezione San Giorgio su Legnano)
Appuntamento alle ore 21.00 presso la Sala Consiliare “Giacomo Bassi” g.c. Palazzo Comunale di San Giorgio su Legnano, piazza IV Novembre 7.

Friday, January 23, 2015

INIZIATIVE 2015




 IL GIORNO DELLA MEMORIA
Il 27 Gennaio 1945 le truppe sovietiche arrivarono presso la città polacca di Auschwitz, scoprendo il campo di concentramento e liberandone i pochi superstiti. 
Le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono per la prima volta al mondo l’orrore del genocidio nazista.
Il GIORNO DELLA MEMORIA è  una ricorrenza istituita con la legge n. 211 del 20 Luglio 2000 dal Parlamento Italiano che ha aderito alla proposta Internazionale di dichiarare il 27 Gennaio come giornata in commemorazione delle vittime del nazionalsocialismo e del fascismo, dell’Olocausto e in onore di coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati.




                                                                                             
Palazzo Leone da Perego
23 gennaio ‘15
ore 20.45
   
Shoah
Un film di Claude Lanzmann
Shoah è il racconto dei sopravvissuti, dei testimoni, dei carnefici. I loro volti, le parole, la storia. E sullo sfondo i luoghi dello sterminio come sono oggi.

"La Resistenza attraverso le immagini" Rassegna cinematografica itinerante.


La Sezione ANPI di San Giorgio su Legnano organizza una serie di incontri con i cittadini sangiorgesi di tutte le età.


23 Gennaio 2015
"LA CANZONE DEL BAMBINO NEL VENTO"
con il Prof. Giancarlo Restelli e le classi 5^ della Scuola Primaria



27 Gennaio 2015 - ore 10
 "IL LABIRINTO DI CARTA" - 
in Sala Consiliare "Giacomo Bassi"
la Dott.sa ANNA MARIA HABERMANN
incontrerà le classi 3^ della Scuola Secondaria -
Patrocinio Assessorato alla Cultura









27 Gennaio 2015 - ore 21
"MAI PIU' I TRIANGOLI DELLA MORTE"
viaggio degli studenti nei lager nazisti,
Sala Consiliare "Giacomo Bassi"
con Giancarlo Restelli e Renata Pasquetto          
 Patrocinio Assessorato alla Cultura

Presentazione del Pellegrinaggio 2015 ai Campi di sterminio





 Febbraio 2015
l'Assessorato alla Cultura organizza la visita guidata al
"BINARIO 21 - Memoriale della Shoah"
presso la Stazione Centrale di Milano.









Il Memoriale della Shoah di Milano (Binario 21) sorge in un’area della Stazione Centrale situata al di sotto dei binari ferroviari ordinari. Tra il 1943 e il 1945 questo fu il luogo in cui centinaia di deportati furono caricati su vagoni merci diretti ai campi di concentramento e sterminio (Auschwitz-Birkenau, Bergen Belsen) o ai campi italiani di raccolta come quelli di Fossoli e Bolzano. Sul convoglio partito dal binario 21 nella fredda mattina del 30 gennaio 1944 c’era Liliana Segre: aveva 13 anni e partì con suo padre, morto ad Auschwitz. Un luogo di commemorazione, ma anche uno spazio per costruire il futuro e favorire la convivenza civile. Il Memoriale vuole essere, infatti, un luogo di studio, ricerca e confronto: un memoriale per chi c’era, per chi c’è ora ma soprattutto per chi verrà. La durata della vista è circa 80 minuti.
Programma
ore 9.30: ritrovo e partenza da Piazza IV Novembre, 7
ore 13.30: rientro previsto a San Giorgio
Quota di partecipazione:  € 28,00 (€23,00 studenti)
La quota include: viaggio in autopullman; ingresso e visita guidata a Binario 21;
assicurazione medica.
Prenotazioni entro il 31 gennaio 2015
Le adesioni si raccolgono presso la Biblioteca (Tel. 0331.401564). dal martedì al giovedì, dalle 15.00 alle 18.30, il venerdì ed il sabato dalle 10.00 alle 13.00 e presso l’Agenzia Viaggi Camuna Via XX settembre, 158 (Tel. 0331.404084)
- Pagamento della quota c/o Camuna Viaggi








2 Febbraio 2015- ore 21

ASSEMBLEA della SEZIONE ANPI di
SAN GIORGIO SU LEGNANO
Interverrà un inviato dall'ANPI Provinciale
presso il Centro Anziani in Via Mella 2.




Venerdì 20 febbraio 2015 - ore 21
"La Resistenza attraverso le immagini" -
Rassegna cinematografica itinerante
in Sala Consiliare "Giacomo Bassi"
proiezione del film
     "UNA VITA DIFFICILE"
di Dino Risi con Alberto Sordi.
Presenta il Prof. Giancarlo RESTELLI.
Ingresso libero










Venerdì 27 Febbraio 2015 - ore 9
"IL CICLO DEI RIFIUTI"
Con le classi terza media di San Giorgio su Legnano
Relatore Giuseppe Marazzini - Medicina Democratica

Venerdì 27 Febbraio 2015 - ore 9
"IL CONSUMO DI SUOLO"
Con le classi seconda media di San Giorgio su Legnano
Relatore Giuliana Cislaghi - Salviamo il paesaggio



Venerdì 27 marzo 2015
Le classi terza media di San Giorgio su Legnano
visitano la CASA DELLA RESISTENZA -
PARCO DELLA MEMORIA E DELLA PACE
Verbania - Fondo Toce





Venerdì 17 Aprile 2015
L'ANPI incontra le classi quinta elementare
di San Giorgio su Legnano:
"La storia della Liberazione - 70° Anniversario"








 




8 - 11 MAGGIO 2015







In occasione del 70° Anniversario della Liberazione le SEZIONI ANPI dell'Altomilanese organizzano un PELLEGRINAGGIO ai Lager Nazisti. 

Durata del viaggio: 4 giorni/3 notti (in pullman gran turismo)

Data di partenza Venerdì 8 Maggio 2015 ore 6.30.
Città di transito: SALISBURGO – LINZ – MONACO DI BAVIERA
Campi da visitare: EBENSEE – CASTELLO DI HARTHEIM - GUSEN – MAUTHAUSEN – DACHAU
Data di arrivo Lunedì 11 Maggio 2015 in serata.
Quota individuale di partecipazione: € 505 -
Supplemento camera singola € 100.




Organizzazione Tecnica  - FABELLO VIAGGI Sas - Via Anfossi, 44 - 20135 MILANO Tel. 02/5519.5266   Fax 5519.0051 E-mail: info@fabelloviaggi.com - www.fabelloviaggi.com/memoria

Chi è interessato mi può contattare entro il 10 febbraio.

 P R O G R A M M A
08 Maggio 2015:  LEGNANO/BRESSANONE/SALISBURGO (Km.575) venerdì
06.30 Ritrovo dei Signori Partecipanti in luogo da concordare e partenza via Autostrada TRENTO/BOLZANO. Sosta a BRESSANONE e pranzo in ristorante. Alle ore 14.30 proseguimento per SALISBURGO. Arrivo in serata, sistemazione in albergo nelle camere riservate. Cena e pernottamento.
09 Maggio: SALISBURGO/EBENSEE-CASTELLO DI HARTHEIM-GUSEN/LINZ (Km. 240) sabato
Prima colazione a buffet. Alle ore 08.00, partenza per il lago di TRAUNSEE. Arrivo al campo di EBENSEE, visita delle gallerie e cerimonia al monumento Lepetit alle ore 10.30. Al termine alle ore 12.00 partenza e sosta per il pranzo in ristorante. Nel pomeriggio alle ore 14.00 proseguimento per ALKOVEN. Cerimonia alle ore 15.30 al CASTELLO DI HARTHEIM. Visita del museo e proseguimento per GUSEN per la visita del Memorial. Al termine, arrivo a LINZ per la sistemazione in albergo nelle camere riservate. Cena e pernottamento.
10 Maggio 2015: LINZ/MAUTHAUSEN/MONACO DI BAVIERA (Km. 285) domenica
Prima colazione a buffet. Alle ore 07.00, partenza per MAUTHAUSEN. Tempo a disposizione per la visita dell'ex campo di sterminio e del museo storico. Cerimonia celebrativa del 70° Anniversario della Liberazione al monumento italiano alle ore 10.15. Alle ore 11.00 formazione del corteo internazionale e cerimonia sulla "Piazza dell'appello". Alle ore 13.00 partenza per LINZ e pranzo in ristorante.  Nel pomeriggio proseguimento per MONACO DI BAVIERA. Cena e pernottamento.
11 Maggio 2015: MONACO DI BAVIERA/SAN GIORGIO SU LEGNANO (Km. 490) lunedì
Prima colazione a buffet in albergo. Alle ore 08.00 partenza per la visita all’ex campo di sterminio di DACHAU. Arrivo e visita del museo storico, della visita della piazza dell’appello, della camera a gas, dei forni crematori. Cerimonia davanti al Monumento Internazionale. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio verso le ore 14.30 partenza per il rientro in Italia. Arrivo in serata e termine dei servizi.
FINE DEL VIAGGIO
La quota comprende:
·       il viaggio  in pullman gran turismo andata e ritorno; sistemazione in hotel di categoria quattro stelle, in camere a due letti, in singole (supplemento extra su richiesta), tutte con servizi privati; pensione completa per tutta la durata del viaggio; la presenza di uno storico della deportazione durante il viaggio; le visite ai campi e partecipazione alle cerimonie previste; assistenza di un nostro accompagnatore/interprete per tutta la durata del viaggio; assicurazione malattie/infortunio ALASERVICE; tasse e percentuali di servizio.
La quota non comprende:
·       le bevande ai pasti, le mance, i facchinaggi ed extra in genere; tutto quanto non espressamente indicato nel programma.
DOCUMENTI: carta d’identità in corso di validità.

Monday, March 10, 2014

APPUNTAMENTI ANPI

*14 gennaio 2014 - Assemblea di sezione ANPI SGL
http://www.anpi.it/eventi/assemblea-s-giorgio-su-legnano-__20131213/

*24 gennaio 2014 - SARA e NISSIM Contente, GRAZIANA e ANGELO Bassi - ANPI SGL http://legnanonews.com/news/66/34807/

*27 gennaio 2014 - I Truffattori - Ricordando PRIMO LEVI - ANPI SGL
http://anpimilano.com/2014/01/14/anpi-san-giorgio-su-legnano-giorno-della-memoria/

*4 febbraio 2014 -MEMORIA con Giancarlo Restelli alle Elementari - ANPI SGL
http://www.youtube.com/watch?v=qHWnuTQMpVE


*7 febbraio 2014 - Proteggiamo l'ambiente..salveremo l'uomo - ANPI SGL
ACLI e Consulta Cultura - Itali@mbiente - con Pisoni e Stegani 
http://anpibarona.blogspot.it/2014/01/anpi-san-giorgio-su-legnano-proteggiamo.html

*7 febbraio 2014 - TRASHED a Buscate

*21 febbraio 2014 - TRASHED con Biagio Catena e Marilena Ballestriero - ANPI SGL
http://www.legnanonews.com/news/66/35725/

*27 febbraio 2014 - Terzo binario 
http://www.radiopunto.it/canegrate/canegrate-in-tanti-per-il-no-al-terzo-binario.html

 *28 febbraio 2014 - Medicina Democratica a Buscate - Inceneritori 
http://www.comune.buscate.mi.it/DettaglioNews/tabid/8558/Default.aspx?IDNews=14890

* 3 marzo 2014 - Anna Maria Hàbermann e IL LABIRINTO DI CARTA - ANPI SGL
http://www.legnanonews.com/news/66/35935/

*7 marzo 2014 - TRASHED a Inveruno

*11 marzo 2014 - Scuole Medie con Albino Stegani - Legambiente - ACQUA - 9.00 - ANPI SGL
http://www.sangiorgiosl.org/?channel=8&sezione=news&sottoarea=12&id=1131

* 14 marzo 2014 - Leone da Perego - I DEPORTATI POLITICI NEI LAGER - 20.45 - ANPI LE
http://www.legnanonews.com/news/23/35578/

*14 marzo 2014 - Inveruno - RIFIUTI ZERO con Favoino - 21.00
http://sipinveruno.altervista.org/joomla/calendario/29/event_details

*17 marzo 2014 - Sala Consiliare BASSI -  EXPO - 21.00
 http://www.provincia.milano.it/altomilanese/doc/EXPO_2015_Altomilanese/Altomilanese_per_Expo2015.html

*18 marzo 2014 - Scuole Medie - Oreste Magni-ALIMENTAZIONE -9.00- ANPI SGL http://www.educambiente.tv/icatalog/1027/b-ambiente-ecologia.html

*20 marzo 2014 - Sala Consiliare BASSI - SALVIAMO IL PAESAGGIO - 21.00 - ANPI SGL
 http://www.ecoistitutoticino.org/news/prot_ambiente.pdf

*23 marzo 2014 - Biblioteca Cerro Maggiore - PAISA' - 15.30 - ANPI CM
*28 marzo 2014 -  Rescaldina - I DEPORTATI POLITICI NEI LAGER - 21 -ANPI RE
 *6 aprile 2014 - Sala Civica Villa Cortese - ROMA CITTA' APERTA - 16.30 - ANPI VC
 *7 aprile 2014 - Circolo Familiare San Giorgio su Legnano - ATTIMI - 21.00 - ANPI SGL
*10 aprile 2014 - Scuole Elementari Rodari - Quinte incontrano ANPI - ore 14.30 - ANPI SGL/LE
*10 aprile 2014 - Sala Consiliare - ALIMENTAZIONE E AMBIENTE - ore 21.00 - ANPI SGL
*15 aprile 2014 - Scuole Medie Ungaretti - Terze incontrano ANPI - ore 9.00 - ANPI SGL/LE
*24 aprile 2014 - MASSIMO PRIVIERO a Rescaldina - ore 20.45- ANPI RE/SGL/CA/CM..
*25 aprile 2014 - deposizione fiori 8.30 -corteo 10.00 - ANPI SGL
*2 maggio 2014 - Teatro Dante Castellanza - IL PARTIGIANO JOHNNY - 21.00 - ANPI Cas
*5 maggio 2014 - Circolo Familiare San Giorgio - I DEPORTATI POLITICI -  21- ANPI SGL
*6 giugno 2014 - Centro Enzo Biagi Vanzaghello - L'UOMO CHE VERRA' - 21 - ANPI VA 
*8 giugno 2014 - SAN GIORGIO ATTIVA ore 8.30- ANPI SGL
*9 giugno 2014 - presentazione libro?? . ANPI SGL
*19 settembre 2014 - sede ANPI Rescaldina - ACHTUNG! BANDITI! - 21 - ANPI RE
*6 ottobre 2014 - presentazione libro??- ANPI SGL
*17 ottobre 2014 - sala consiliare Canegrate - IL TERRORISTA - 21 - ANPI CA
*3 novembre 2014 - presentazione libro?? - ANPI SGL
*7 novembre 2014 - Sala Bergognone Nerviano - L'UOMO CHE VERRA' - 21- ANPI NE
*28 novembre 2014 - Biblioteca Parabiago - IL PARTIGIANO JOHNNY - 21.00 - ANPI PA
*1 dicembre 2014 - presentazione libro- ANPI SGL
*23 gennaio 2015 - Leone da Perego - NOTTE E NEBBIA - 21.00 - ANPI LE
*27 gennaio 2015 - GIORNO DELLA MEMORIA - ANPI SGL
*2 febbraio 2015 - presentazione libro??- ANPI SGL
*20 febbraio 2015 - Sala Consiliare Bassi - UNA  VITA DIFFICILE - 21.00- ANPI SGL
*2 marzo 2015 - presentazione libro - ANPI SGL

Tuesday, December 17, 2013

L’ANPI sezone di SAN GIORGIO SU LEGNANO 

Vi INVITA

All'ASSEMBLEA di SEZIONE


Lunedì 13 Gennaio 2013

Ore 21.00

Interverrà
Un Delegato dal Comitato Provinciale


Presso il Centro Anziani di Via Mella 1,
San Giorgio su Legnano





E’ disponibile in visione presso la Biblioteca Comunale di San Giorgio su Legnano
il periodico PATRIA INDIPENDENTE, offerto dalla Sezione ANPI locale


Friday, May 31, 2013

2 giugno 1946



riceviamo dal prof. Giancarlo Restelli

 2 giugno 1946: monarchia o repubblica?
 Gli italiani al voto
Per decidere se l’Italia sarebbe stata una repubblica o ancora una monarchia gli italiani andarono alle urne il 2 giugno del ’46 con un referendum.
Il risultato fu la vittoria della repubblica ma con uno scarto poco ampio di voti: 12.717.923 per la repubblica e 10.719.284 per la monarchia a cui dobbiamo aggiungere un milione e mezzo di schede bianche e nulle. La repubblica ottiene quindi poco più del 54 per cento dei voti.
Nord e Sud divisi
A esprimersi nel referendum è un’Italia spaccata tra Nord e Sud. Il Nord vota a maggioranza repubblicana mentre il Sud è compattamente monarchico.
Vediamo qualche percentuale. In Piemonte, culla dei Savoia, la repubblica ottiene il 57 per cento, in Lombardia il 64 per cento, in Toscana il 71; percentuali simili l’Umbria e le Marche. La regione dove il consenso alla repubblica è più alto è il Trentino con l’85 per cento. Per la monarchia la percentuale più elevata è nella circoscrizione Napoli-Caserta con il 79.9 per cento.
I partiti di sinistra (Partito comunista, Partito socialista, Partito d’Azione) si espressero decisamente per la repubblica mentre la Dc non diede indicazioni di voto perché nel partito c’era una forte spaccatura sulla questione istituzionale. La chiesa dà indicazioni di voto a favore della monarchia. Gli americani cautamente si esprimono per la repubblica. Churchill per la monarchia, ma Churchill non è più al potere in Gran Bretagna.
Perché questa spaccatura tra Nord e Sud? A parte le storiche differenze tra le due parti d’Italia contarono molto le diverse esperienze delle due aree durante la guerra: il Nord conobbe la Resistenza (il “vento del Nord”) e una presa di coscienza politica che invece il Sud non ebbe perché l’avanzata anglo-americana fu relativamente rapida almeno fino a Montecassino e quindi non ebbe tempo di formarsi la resistenza ai nazifascisti.
Ma dietro il voto monarchico si celava il timore che le forze di sinistra mutassero l’Italia sulla base dei propri obiettivi. Spaventava molto il legame fortissimo tra il Pci e l’Unione Sovietica e nello stesso tempo il forte radicamento del partito di Togliatti tra gli operai del Nord e i contadini del Centro-Sud.
La monarchia era vista quindi come baluardo conservatore di fronte alle incognite del dopoguerra. Dopo aver appoggiato il fascismo per i propri interessi, ora masse di borghesia piccola e media votavano a favore della conservazione politica identificandosi con i Savoia.
Il “colpo di coda” dei Savoia: Umberto II
Vittorio Emanuele III tentò un colpo a sorpresa per “lavare” l’immagine fosca della monarchia in Italia: abdicò a favore del figlio Umberto (molto meno compromesso con il fascismo rispetto al padre), che così divenne Umberto II. Il passaggio di potere avvenne alla vigilia del referendum nel maggio ’46, così Umberto II divenne il “re di maggio”.
Nonostante l’estremo e tardivo tentativo di salvare il trono, la monarchia è sconfitta perché ha dato il potere al fascismo al tempo della Marcia su Roma, non ha agito contro Mussolini quando Matteotti fu assassinato, ha accolto con soddisfazione la nascita dell’ “Impero”, ha firmato senza battere ciglio le Leggi Razziali, ha voluto la guerra al pari di Mussolini e si è dissociata da Mussolini e dal fascismo solo quando la guerra era compromessa (25 luglio ’43) per conservare il trono. Con l’8 settembre del ‘43 il re, fuggendo vergognosamente da Roma, condannava il Paese al caos dell’armistizio.
Ci furono brogli?
È una delle tante leggende che continuano a circolare nel nostro Paese: la presenza di brogli che avrebbero favorito la vittoria della repubblica. Oggi non c’è storico serio che dia credito a questa tesi.
Furono i monarchici a sostenere l’idea di una vittoria ottenuta manipolando i voti perché in quei giorni ci fu, dopo il voto, una imbarazzante confusione agli alti livelli dello Stato. Basta pensare che i risultati definitivi furono proclamati dalla Cassazione solo il 18 giugno (!), sedici giorni dopo il voto. Altro fatto sconcertante, dopo la conta le schede furono subito bruciate in tutta Italia, quindi fu impossibile il riconteggio.
Mentre la Cassazione tardava a fornire i risultati definitivi corsero voci di golpe da parte delle forze monarchiche che cercarono di coinvolgere Umberto II nel rovesciamento del governo retto in quel momento da De Gasperi. Non ci fu nessun tentativo significativo di colpo di Stato probabilmente perché Umberto II si rese conto che l’eventuale azione militare non avrebbe riscosso molto successo nell’esercito e nel mondo economico; anche gli americani non volevano che l’Italia precipitasse di nuovo nella guerra civile.
Fu così che il “re di maggio” lasciò l’Italia il 13 giugno per il Portogallo non attendendo neppure il risultato definitivo del referendum.
Tra entusiasmi e delusioni
L’entusiamo per la nascita della Repubblica durò pochi giorni perché sempre nel giugno ’46 Togliatti (leader e figura storica del Pci), in quel momento ministro di Grazia e Giustizia, emanò la famosa amnistia grazie alla quale migliaia di fascisti furono scarcerati e tornarono a occupare posti di potere. La reazione di molti partigiani fu prima di incredulità e poi di aperta protesta ma le cose non cambiarono. Fu così che Togliatti diventò“ministro della Grazia ma non della Giustizia”.
Altra delusione di quei giorni fu l’elezione a Capo provvisorio dello Stato dell’avvocato Enrico De Nicola, notorio monarchico così come per la monarchia si era espresso il suo partito, il Partito liberale italiano.
De Nicola, esponente di quella classe dirigente liberale che con troppa facilità aveva ceduto al fascismo al tempo della Marcia su Roma, è colui che aveva spedito a Benito Mussolini un telegramma di auguri per il Congresso di Napoli dei Fasci che preparò gli avvenimenti del 28 ottobre 1922. Ma De Nicola fu anche colui che elogiò il re Vittorio Emanuele III quando conferì a Mussolini l’incarico di formare il primo governo di fascisti e liberali nei giorni convulsi della Marcia.
Insomma un monarchico a capo della repubblica!
Si vota anche per la Costituente
Contemporaneamente il 2 giugno del ’46 si votò a favore della Costituente, ossia di quella assemblea che avrebbe avuto  il compito di redigere la nuova Carta costituzionale (1 gennaio ’48).
I risultati sono a favore della Dc che ottiene il 35 per cento mentre il Pci è fermo al 19 e il Psi al 20. Scompare il Pd’A di Parri, Valiani, Bauer, Calamandrei, ossia un partito che nella Resistenza espresse quadri politici e militari di notevole livello e fu a capo di numerose organizzazioni partigiane. Ormai il sistema politico ruota attorno ai tre partiti di massa mentre monarchici, repubblicani, liberali sono ridotti a percentuali irrisorie.
L’anno dopo, il 1947, le sinistre sarebbero state escluse dal governo (maggio ’47, quarto governo De Gasperi) e la prima repubblica italiana si preparava a una lunga egemonia democristiana.
Giancarlo Restelli

restellistoria.altervista.org/author/admin/
- Per avere altre informazioni storiche
- I fascisti escono dal carcere, i partigiani entrano…